Il ruolo delle proteine

la varietà delle proteinesono sostanze organiche formate da amminoacidi uniti da legami peptidici sono costituite da carbonio e idrogeno, ossigeno e azoto e sono composte da catene di amminoacidi. Molte proteine nel nostro corpo sono coniugate con altre sostanze come zuccheri (glicoproteine) e lipidi (lipoproteine) acidi nucleici (nucleoproteine).Le proteine introdotte nella dieta vengono digerite in amminoacidi singoli e successivamente assorbite. Le proteine presenti nel nostro organismo vengono sintetizzate, ex novo a partire dagli amminoacidi ingeriti tramite un processo anabolico chiamato sintesi proteica:

Quelli rilevanti per l’alimentazione umana sono 20. Le proteine nell’organismo intervengono con proprietà strutturali e plastiche (muscoli, tendini, trasporto ossigeno, costituiscono gli ormoni) espletano una funzione energetica.

Gli amminoacidi si distinguono in

essenziali: quelli che non possono essere prodotti in quantità sufficienti dall’organismo e che devono essere introdotti con il cibo (isoleucina, leucina, lisina, metionina, fenilalanina, treonina, triptofano, valina. e quelli non essenziali che possono essere prodotti da atri amminoacidi presenti nella nostra dieta.

Gli alimenti di origine animale (carne e pesce hanno un alto potere nutritivo secondo solo all’uovo e al latte) sono ricchi di tutti gli amminoacidi essenziali mentre le fonti proteiche vegetali (cereali integrali, grano soia, legumi ) mancano di alcuni di questi o né forniscono in quantità insufficiente.

Il fabbisogno giornaliero proteico è indicativamente di un grammo circa per ogni kilo di peso corporeo. Anche se Gli individui hanno per esempio a parità di peso una diversa composizione corporea con diverse proporzioni di massa grassa (grassa) e massa magra (muscolo osso). La quota proteica in percentuale al contenuto calorico totale della dieta varia in relazione al sesso, all’età, all’attività fisica, alla massa muscolare e alle situazioni come gravidanza, sviluppo allevamento.La dose di proteine consumata nella dieta della società industrializzata supera la soglia, del grammo per Kilo. Teniamo conto che quelle non consumate vengono poi trasformate in grasso di deposito e che l’eccesso costringe il nostro organismo a un super lavoro di reni e fegato per smaltire l’azoto.Nei vari indirizzi dietetici, si dibatte sulla composizione della dieta e sulla percentuale adeguata di proteine presenti nel’alimentazione.Per alcuni le proteine hanno rilevanza per la loro valenza costruttiva mentre per altri sono veicoli di colesterolo e grassi saturi fonti di malattie infiammatorie e degenerative.

Angela

Mi piace ricercare il benessere anche se amo mangiare cerco di migliorare la mia salute senza rinunciare al sapore al gusto e all'immaginazione